Autore archivio: LaFrasca

Diventare Make Up Artist: fare della bellezza il proprio lavoro

La professione del make up artist è una delle più ambite tra i lavori di ultima generazione, soprattutto da parte di chi guarda al settore della cosmesi come ad una concreta possibilità di realizzazione.

Il percorso per diventare make up artist non è però uguale per tutti. Generalmente chi intraprende questa strada lo fa in un primo momento affiancando, in veste di assistente, qualche grande maestro per poi scegliere una scuola di specializzazione con l’obiettivo di conseguire il diploma o attestato professionale abilitante.

La professione implica senza dubbio una grande creatività e versatilità da parte di chi decide di intraprenderla. Determinazione e coraggio sono altre doti pressoché fondamentali in quanto il settore è profondamente competitivo e richiede un grande lavoro per farsi conoscere nei campi ad esso abbinati, come la moda e lo spettacolo.

Anche la scelta della scuola di specializzazione va ponderata. In Italia, come all’estero, l’offerta è enormemente diversificata ma occorre puntare su un’accademia o un istituto che metta il futuro make up artist nella condizione di sviluppare un proprio metodo sulla base della conoscenza approfondita di tutti gli strumenti che il panorama della cosmesi offre, per riuscire così a distinguersi in ogni circostanza a seconda del volto da truccare e dell’occasione per la quale il make up è pensato.

La pratica è un’altra componente fondamentale per diventare make up artist. Una volta conseguito il diploma professionale, ma anche prima se ne si ha l’occasione, è importante sperimentare su se stessi e sugli altri colori e tecniche in quanto per diventare make up artist occorre un costante esercizio e sapersi rinnovare continuamente attraverso un aggiornamento frequente e l’interazione con altri professionisti del settore.

Avere un portfolio con i propri lavori costituirà infine il biglietto da visita nel momento in cui ci si sentirà pronti per lanciarsi sul mercato.

Sognando Esotericamente

Un sogno!!!

Ma quante cose meravigliose si attribuiscono ai sogni, una bellezza da sogno, un amore che fa sognare!

Ma allora perché non dedicare uno spazio grande, grande, ai sogni?

Ed eccoci qua! Tante sognatrici insieme che in tutte le maniere nonostante la vita sia così cruda e violenta, si ostinano a sognare, di vedere proprio tramite i sogni un mondo futuro migliore.

Per cambiare il mondo si sa bisognerebbe cambiare l’essere umano, e per questo è necessario ascoltare i messaggi della nostra anima cioè noi stessi, senza corpo terreno, questo agglomerato di cellule tutte disposte in maniera perfetta da che certamente ha un obiettivo molto, molto più grande di quanto potremmo mai arrivare a capire!

La nostra vera essenza quindi a volte può o vuole camminare con noi attraverso il sogno.

Chi come me vive la propria vita come un sogno, e ha la necessità di mettersi in contatto con persone che vogliono ascoltare se stessi.

Quante volte nella mia vita mi hanno chiesto: Claudia spiegami questo sogno! Talmente tante che è nata la necessità di ampliare queste richieste per dare a tutti una risposta!

Io adoro i sogni! La nostra Via Karmica è riposta in essi, non in tutti è chiaro, i risvolti psicologici della nostra personalità sono migliaia, ma la nostra anima, trova sempre la maniera di farsi notare.

Vi aiuterò a tradurre i vostri messaggi, i vostri consigli in maniera Esoterica, cioè nascosta, non di comune sapienza (questo è il significato di Esoterismo), del resto nell’era dell’acquario epoca di cambiamenti, conoscere se stessi è il minimo che possiamo fare.

E allora “AVANTI” la via del sogno è aperta, svisceriamo tutti i suoi profili, scrutiamolo in ogni angolo (è chiaro che il mio angolo sarà quello più buio).

Non dimentichiamoci poi dei numeri!! Chi non ha mai giocato al lotto i numeri suggeriti da un sogno? La nostra cultura italiana lo impone almeno una volta.

Se il sonno è sacro è nostro dovere anche predisporci a questo. Gli atteggiamenti, le tisane rilassanti, la pranoterapia gli stessi colori che ci circondano contribuiscono a farci sognare meglio, e affrontare questo colloquio notturno, così facendo avremo la possibilità di vivere più sereni!

IL SOGNO DI ISIDE, è la nostra via illuminata, una via lattea che ci porterà alla realtà che è in noi!

Ma allora dove finisce il sogno ed inizia la realtà se la realtà è un prodotto dei nostri sogni?

Borse da mare: le tendenze

L’eleganza è fatta di dettagli e può essere espressa in ogni contesto e ogni situazione. Un aperitivo, il luogo di lavoro ma anche la spiaggia, se vuoi un look impeccabile la scelta dei dettagli è essenziale. La borsa da mare è un particolare che se scelto con attenzione può fare la differenza nella definizione di uno stile unico e originale.

Le nuove tendenze della moda propongono borse capienti di vari materiali e colori, in grado di adattarsi nel modo migliore ad ogni stile. I protagonisti per quanto riguarda questo accessorio sono i colori e i materiali: dalle tonalità fluo al pvc, dalla rafia al canvas, ecco quali sono le proposte e gli abbinamenti perfetti per quest’ estate.

Per uno stile romantico Gioseppo ha creato una borsa da mare, capiente e di ampie dimensioni, in paglia ricoperta di rete fatta all’uncinetto: ideale da portare con un prendisole chiaro dalla linea semplice, arricciato in vita o anche un po’ loungette.

Se invece ami uno stile ben definito e non temi i colori accesi: Scervino propone borse in pelle lavorata effetto vimini, intrecciata in colori Flou, perfetta con un pareo colorato e un foulard in tinta da indossare al posto del cappello.

Per le più spiritose che amano uno stile ironico Anya Hindmarch, ha pensato ad una borsa in canvas stampato, che simula il contenuto: una rivista femminile, un libro, un blocco e delle cuffiette.

Le ecologiste convinte, invece, apprezzeranno la borsa da mare di Stella Mccartney, in canvas ecologico, stampato a righe multicolor: per un effetto diva da portare con un paio di short tnta unita di colore acceso e occhiali ispirazione anni sessanta.

Jil Sander nel suo stile sobrio ed essenziale, propone invece per la spiaggia una borsa in pvc, con la sacca in tinta unita bianco ghiaccio e  il manico ampio verde bottiglia trasperente. Un must nel guardaroba della donna che ama lo stile lineare che può abbinarlo ad un prendisole dalla linea semplice e raffinata.

Le più giovani invece preferiranno la sacca di cotone Pieces, a righe bianche e blu, da portare con short cortissimi, oppure con pantaloncini con i tasconi rigorosamente chiari e canotta blu navy. Anche Mango propone borse da mare adatte alle under 30: sono in corda multicolor e sono perfette abbinate con un caftano tinta unita e sandali in cuoi rasoterra dalla linea semplice e d essenziale.